lunedì 8 maggio 2017

Recensione: "Fairy Oak. Il potere della luce" di Elisabetta Gnone

Titolo: Fairy Oak. Il potere della luce
Autore: Elisabetta Gnone
Editore: Salani
Data di pubblicazione: 27 ottobre 2016
Pagine: 386
Prezzo: 14,90 € 


Trama:
La guerra travolge la valle di Verdepiano. Gli abitanti di Fairy Oak organizzano la difesa, ma il dubbio avvelena i loro animi: il Nemico è riuscito a insinuarsi tra le gemelle? L'Antica Alleanza tra Luce e Buio è spezzata? 
Nonostante l'affetto di Vaniglia, Pervinca è costretta a fuggire ed è allora che il Nemico sferra l'ultimo attacco. Le mura di Fary Oak sembrano resistere, ma il Signore del Buio ha in serbo una sorpresa che sconvolge gli assediati. Forse però non tutto è come appare...

Recensione:
"Il potere della luce" è il capitolo con cui si conclude la magica trilogia ambientata a Fairy Oak.
L'avventura narrata dalla voce della fatina Felì, che racconta la storia delle gemelle Vaniglia e Pervinca, e della dura lotta contro il Teribile 21, è giunta alla sua fase culminante. La Valle di Verdepiano è pronta ad affrontare una delle guerre più terribili che può ricordare, e la paura e la sfiducia sembrano aver colpito anche i cuori più temerari.
I bei giorni paiono davvero finiti, l'ultima battaglia sembra aver segnato gli animi degli abitanti, ormai sempre più sospettosi e diffidenti gli uni con gli altri.
Nessuno si sofferma a chiacchierare per strada, ai bambini viene vietato di uscire a giocare, ma le dicerie e gli occhi sono puntati soprattutto sulla strega del buio di casa Periwinkle: Pervinca. Al villaggio le voci che insinuano di una sua alleanza con l'antico nemico sembrano prendere sempre più piede, e il cestino delle cortesie della domenica sempre più vuoto, sulla soglia di casa, ne dà la triste conferma.
Anche zia Tomelilla viene infine esclusa dall'assemblea dei saggi, a dimostrare quanto casa Periwinkle non goda più della totale fiducia degli abitanti di Fairy Oak.
Tutto pare dunque volgere verso il peggio.
Ma come annunciato dallo stesso titolo di questo capitolo, "il potere della luce" deve ancora manifestare la sua forza e, soprattutto, le gemelle dovranno dimostrare la potenza del loro legame.
Un capitolo, questo, dai toni sicuramente più cupi, ma anche ricco di messaggi positivi: forza, speranza, coraggio e unione. Proprio così, perché è nei momenti peggiori che gli animi si rivelano, nel bene e nel male. Chi soccombe alle asperità e chi le combatte e le vince.
La piccola Vaniglia mostra, con tutta se stessa, l'estrema fiducia che nutre nella sua gemella, anche quando tutto sembra provare il contrario, Babù non dubita mai di lei e delle sue intenzioni.
Pervinca esprime tutto il coraggio e la forza di chi, pur sentendosi gli occhi di tutti puntati addosso, persevera in ciò che sa essere giusto. Si sacrifica, va incontro all'ignoto, per il bene dei suoi amici e degli abitanti di Fairy Oak, sì, anche di quelli che le hanno voltato le spalle.
Grisam, Flox, Shirley e tutti i bambini del villaggio (la ciurma del capitano Talbooth) sono i veri eroi di queste pagine (come in passato lo sono state Mentafiorita e Scarlet Violet). Loro, molto più degli adulti, si mostrano uniti e combattivi. Pronti a credere nel bene, a lottare e vincere anche contro qualcuno o qualcosa che sembra essere molto più forte di loro.
È questo, dunque, il messaggio principe di una storia che di messaggi ne ha davvero tanti. 
Si conclude così una trilogia ricca di amicizia, magia e speranza, una finestra aperta su un mondo incantato che sembra avere ancora molto da raccontare...
Un'avventura finisce ed un'altra ci aspetta, Felì pare avere ancora altre storie da raccontarci, e per fortuna! Non sono ancora pronta a dire addio a Fairy Oak!

Considerazioni:
Come ho detto nella recensione, e come era prevedibile, questo capitolo è stato caratterizzato da toni più cupi rispetto ai due che lo avevano preceduto. È giunta l'ora della resa dei conti e quasi tutto il racconto è, ovviamente, incentrato sulla battaglia finale.
Tuttavia non mancano i delicati momenti di dolcezza a cui Elisabbetta Gnone ci ha abituato.
È stato commovente e tenero leggere del capitano Talbooth, la cui figura è andata delineandosi, via via, nella trilogia. Come non affezionarsi a quell'uomo apparentemente così burbero, ma dal cuore tanto tenero?
Ma ancora più bello è stato leggere come i bambini di Fairy Oak si siano affezionati a lui, restandogli fedeli come dei buoni marinai restano fedeli al loro capitano.
Elisabetta Gnone trasforma i ragazzi nei veri eroi della storia, prime fra tutti Vaniglia e Pervinca, ma tutti i loro amici non sono certo da meno! Ognuno ha i suoi meriti, ognuno si mostra coraggioso e pronto a combattere, lottare per il villaggio in cui è cresciuto, con l'avventatezza ma anche la speranza di cui solo i bambini sono capaci.
Gli adulti invece, come accade nella realtà, si mostrano più suscettibili alle dicerie e alle paure, più diffidenti e quindi propensi a mettere in dubbio gli amici di sempre.
È stato triste leggere il voltafaccia di alcuni, vedere come il dubbio si sia insinuato in quel villaggio che nel primo capitolo sembrava legato da un'armonia indistruttibile.
È così che una storia di fantasia si mostra, di colpo, molto più reale e vera di quanto ci si potesse aspettare, perché la Gnone non ha fatto che mostrarci le debolezze dell'animo umano attraverso i suoi personaggi che, come le persone reali, nelle situazioni difficili tendono a mostrare chi il meglio, chi il peggio del proprio carattere.
La lotta contro il Teribile 21 si è conclusa, ma sono felice che la storia abbia ancora qualcosa da dirci, perché c'è ancora tanto che voglio sapere sui suoi abitanti... in particolare di Shirley Poppy che fra tutti è il personaggio che più mi ha incuriosito. Sono infatti molto contenta che ci sia ad attendermi "Gli incantevoli giorni di Shirley", un intero libro dedicato a lei, che mi aspetta!
Riguardo al passato di Fairy Oak avrei voluto sapere come Mentafiorita e Scarlet Violet sono riuscite nell'impresa che, anni più tardi, ha visto le gemelle vittoriose.
Chissà se nei quattro misteri di Fairy Oak ci verrà rivelato qualcos'altro a riguardo... 
Non mi resta che tornare a immergermi nel mondo di Fairy Oak per saperlo, e non sarà un grande sacrificio XD

Recensioni capitoli precedenti:
Ringrazio la Salani per averci omaggiato di una copia cartacea di questo libro 

il mio voto per questo libro 

2 commenti:

  1. Credo sia stato il mio capitolo preferito dei tre. <3

    RispondiElimina
  2. Ciao amiche! vi volevo avvisare che da oggi sul mio blog The Connor Nation non pubblico più perché ho problemi con l'url e lo devo chiudere :( Ho copiato il contenuto su un nuovo blog che si chiama "Daily Connor", se ti va di seguirmi sul nuovo blog ne sarei contenta!
    xoxo Connor
    http://daily-connor.blogspot.it/

    RispondiElimina

♥ Dimmi la tua ♥
Accetto volentieri saluti e commenti relativi all'argomento del post. Evitate i commenti volti esclusivamente a pubblicizzare i vostri blog. Grazie!